Hunter Biden nudo mentre fuma crack – le immagini shock imbarazzano nuovamente il presidente americano

Un altro scandalo per la famiglia presidenziale americana: spunta un video di Hunter Biden, il secondo genito del presidente, nudo mentre fuma crack.

In stato palesemente confusionale per via della droga, Hunter si è ripreso mentre era all’interno di una vasca di deprivazione sensoriale. Oltre a drogarsi, il video mostra che si accarezza anche.

Il 52enne si mostra senza filtri per poi alzarsi, prendere una pipa da crack e bere. La durata del video è di sette minuti, il luogo della registrazione è il Blue Water Wellness di Newburyport.

La richiesta di aiuto al padre

Un mese prima del video, Hunter aveva chiesto disperatamente aiuto al padre, Joe Biden, per mancanza di soldi. L’uomo, infatti, oltre che a essere un tossicodipendente è anche padre e deve versare un mantenimento ai figli.

Il suo obiettivo era anche quello di farsi aiutare per poter andare in un centro di riabilitazione e disintossicarsi.

Il 4 dicembre 2018 Hunter ha scritto tramite messaggio:” Ehi papà, ho cercato di risolvere alcuni problemi finanziari: gli alimenti e il conto per il programma. Tuttavia i soldi non arriveranno fino alla fine della settimana. È possibile farmi un altro prestito? Ti ridarò tutto non oltre 10 giorni. Sono davvero imbarazzato a chiedertelo e so che è ingiusto da parte mia metterti in quella posizione in questo momento.”

Joe Biden, invece, ha risposto al figlio:” Hunter dimmi di cosa hai bisogno. Nessun problema. Posso pagare direttamente le tasse scolastiche e il loro alloggio e darti il resto.”

Qualche settimana dopo, Hunter è riuscito a convincere il padre a finanziargli una riabilitazione di tre mesi del costo di 20 mila dollari. L’uomo aveva iniziato la terapia a New York il 30 gennaio 2019, evidentemente senza successo.

A quanto pare non è il primo scandalo a colpire la famiglia di Joe Biden, il presidente che sempre meno americani approva. Altre immagini imbarazzanti erano state diffuse dai media sul figlio Hunter, sempre a causa della sua dipendenza.