Il capretto con le orecchie più lunghe del mondo è virale: alla scoperta di Simba

Simba è un capretto diventato molto popolare sui social perché ha una qualità speciale che lo contraddistingue. Può sembrare un cartone della Disney ma è reale, il piccolo infatti ha le orecchie lunghe ben 54 cm (21 pollici).

A Karachi, in Pakistan, la sua terra di origine, è una vera e propria star ne vanno matti tutti. È nato il mese scorso e sui social si mostra in posa assieme al suo proprietario.

L’allevatore Mohammed Hasan Narejo ha spiegato di aver contattato il Guinnes World Records per capire se è possibile far includere Simba nel record dei primati. Tuttavia, non è ancora presente una categoria dedicata al “capretto con le orecchie più lunghe del mondo”.

A Mohammed non importa, per lui il suo amato Simba ha già vinto. Si prende molta cura dell’animale e ha raccontato che l’ha dovuto aiutare per via delle sue lunghe orecchie.

Il piccolo belato, infatti, ha difficoltà nel camminare senza l’aiuto dell’allevatore che gliele ripiega dietro la schiena onde evitare che ci stia sopra. È riuscito anche a creargli un’imbracatura appositamente per lui in modo tale che possa avvolgere le orecchie intorno al collo.

La vittoria al concorso di bellezza

Simba ha solo un mese ed è già riuscito oltre che ad avere una fama internazionale, anche a vincere un concorso di bellezza.

“Dopo circa 10-12 giorni dalla sua nascita, era già apparso su tutti i media nazionali e internazionali e ha anche vinto un concorso di bellezza.” ha riferito Narejo.

“Nel giro di 30 giorni è diventato così popolare che nemmeno una personalità famosa sarebbe riuscita a raggiungere questo livello di fama nell’arco di 25-30 anni.” ha concluso l’uomo.

Il proprietario va fiero del suo capretto, tuttavia, l’attenzione mediatica lo preoccupa, soprattutto per agricoltori rivali. Ha riferito anche:” Recitiamo versi coranici e soffiamo su di lui per scacciare il malocchio”.

L’invidia, si sa, è una brutta bestia e sicuramente l’allevatore farà di tutto per proteggere il piccolo Simba dai malintenzionati.