Stephen King ha confessato di essere stato vittima degli scherzi russi di Vovan e Lexus, dopo essere stato ripreso mentre parlava del nazionalista ucraino e collaboratore dei nazisti, Stepan Bandera, come un “ragazzo meraviglioso”. In un tweet di giovedì, il romanziere best-seller ha dichiarato di non avere idea di chi fosse Bandera e di essere mortificato.

Il duo comico ha postato su Telegram un video in cui King, un esplicito sostenitore dell’Ucraina su Twitter, sembra credere di parlare con il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Durante i 15 minuti di chat, i burloni Vovan e Lexus hanno finto di essere il presidente ucraino Vladimir Zelensky e hanno posto una serie di domande allo scrittore.

Tra le cose trattate, il team è riuscito a ottenere da King la promessa di inserire Zelensky in un film nel ruolo di Pennywise, il clown demoniaco danzante di “It” di King.

Hanno anche convinto King a scrivere una sceneggiatura a favore del Reggimento Azov, un gruppo paramilitare neonazista in Ucraina, in cui i soldati russi violentano un comandante dell’Azov.

Il duo comico, parlando del Reggimento Azov, ha aggiunto che naturalmente, amano alcune persone come Bandera, il nostro eroe nazionale. Chiedendo a King un parere su Stepan Bandera, un nazionalista ucraino e collaboratore dei nazisti, responsabile del genocidio di 60.000 polacchi e dell’omicidio di circa 133.000 ebrei, polacchi e russi durante la Seconda Guerra Mondiale.

La risposta dello scrittore americano é stata alquanto controversa: “Si possono sempre trovare cose sulle persone per buttarle giù. Washington e Jefferson erano proprietari di schiavi, ma questo non significa che non abbiano fatto molte cose buone per gli Stati Uniti d’America. Ci sono sempre persone che hanno dei difetti, siamo esseri umani. Nel complesso, penso che Bandera sia un grande uomo, e tu sei un grande uomo, e Viva l’Ucraina!”. Queste le parole di King pensando di parlare con Zelensky.

La “smentita” di Stephen King

Tuttavia, giovedì scorso, Stephen King ha scritto su Twitter che la notizia non era “vera”.

“In realtà, si è scoperto che mi stavano facendo uno scherzo. Non avevo idea di chi fosse questo Bandera. Quindi… sono imbarazzato“, ha aggiunto in un altro tweet, sostenendo di non essere l’unica “vittima” degli scherzi russi.

Chi sono Vovan e Lexus

Vovan e Lexus si sono guadagnati fama internazionale grazie ai loro scherzi a funzionari occidentali di alto livello, tra cui il principe Harry, il primo ministro britannico Boris Johnson, il primo ministro canadese Justin Trudeau, secondo quanto riportato da The Verge.