La famiglia Chouinard, proprietaria di Patagonia, la celebre azienda specializzata nell’abbigliamento e attrezzatura per l’outdoor e nel food, ha annunciato un cambio di proprietà.

Sono passati quasi 50 anni da quando il fondatore Yvon Chouinard iniziò con il suo esperimento di business responsabile. Secondo Forbes, l’azienda gli ha permesso di ottenere un patrimonio di 1,2 miliardi di dollari.

“Il nostro unico azionista è il pianeta” ha detto la famiglia Chouinard rivelando che la proprietà si trasferirà a due nuove entità: il Patagonia Purpose Trust e l’Holdfast Collective. Ogni dollaro che non verrà reinvestito nell’azienda, sarà distribuito sotto forma di dividendi per la protezione del pianeta.

Le parole del fondatore

Yvon Chouinard ha commentato: “È passato mezzo secolo da quando abbiamo iniziato il nostro esperimento di business responsabile. Se vogliamo sperare di avere un pianeta vivo e prospero tra altri 50 anni, è necessario che tutti noi facciamo il possibile con le risorse che abbiamo. Come uomo d’affari, nonostante non abbia mai voluto esserlo, sto facendo la mia parte. Invece di estrarre valora dalla natura e trasformarlo in profitti, useremo la prosperità generata da Patagonia per proteggere la vera fonte di ogni ricchezza. Stiamo facendo della Terra il nostro unico azionista. Sono seriamente intenzionato a salvare il pianeta“.

La notizia è arrivata in anteprima ai suoi dipendenti, collaboratori e collaboratrici durante un evento globale  svoltosi ieri, 14 settembre 2022.

Poco dopo, sul sito web ufficiale Patagonia.com è apparsa una lettera del fondatore. Qui Chouinard scrive: “Ho iniziato come artigiano, producendo attrezzatura per l’arrampicata per i miei amici e per me stesso, poi mi sono dedicato all’abbigliamento. Nonostante la sua immensità, le risorse della Terra non sono infinite ed è chiaro che abbiamo superato i suoi limiti. Ma è anche resistente. Possiamo salvare il nostro pianeta se ci impegniamo a farlo”.

Secondo il comunicato ufficiale, Patagonia rimarrà una B Corp e continuerà a donare l’1% delle vendite ad associazioni ambientaliste no profit.

La famiglia Chouinard continuerà comunque a far parte del consiglio di amministrazione dell’azienda insieme a Kris Tompkins, Dan Emmett, Ayana Elizabeth Johnson, Charles Conn e Ryan Gellert.

I Chouinard continueranno anche a guidare il Patagonia Purpose Trust, eleggendo e supervisionando il consiglio d’amministrazione e seguirà il lavoro svolto dall’Holdfast Collective.