Nel 2012 un gruppo di scienziati messicani è riuscito tramite un esperimento a capire quali sono i posti più sicuri in un Boeing 737 in caso d’emergenza.

L’esperimento consisteva nel schiantare un aereo modello Boeing 737, il più comune tra gli arei in circolazione, e verificare quali passeggeri si salverebbero in base al posto in cui sono seduti.

Schiantato il 737: quali sono i posti più sicuri sull’aereo?

Cliccare sull’immagine per vedere il video dello schianto dell’aereo

 

Nell’aprile 2012 un team internazionale di uno studio televisivo ha pianificato un incidente aereo nell’aerea di Mexicali in Messico. Il team ha utilizzato un Boeing 737-200, un modello estremamente comune e diffuso in varie compagnie aeree, e una volta sistemate diverse telecamere al suo interno, è stato dirottato fino a schiantarsi.

L’esperimento è stato filmato per scopi televisivi e ha portato ad alcune importanti conclusioni. I tecnici avevano posizionato una serie di manichini nei vari sedili dell’aereo per testare quale fosse la posizione più sicura e quella più pericolosa.

In primo luogo è certo che i passeggeri seduti nelle prime file sono quelli in maggior pericolo in caso di schianto e impatto con i suolo. I passeggeri posizionati in prossimità delle ali dell’aereo in caso di incidente andrebbero incontro a gravi lesioni, tuttavia avrebbero una maggior probabilità di sopravvivenza.

Nell’esperimento, i manichini posizionati in fondo al velivolo sono risultati per la maggior parte intatti, e non hanno presentato gravi lesioni. La conclusione più importante dell’esperimento è quindi quella che la sezione posteriore di un Boeing 737 è quella più sicura, per tanto i passeggeri che occupano i sedili nel fondo del velivolo subirebbero meno lesioni in caso di schianto e incidente.

Tuttavia, è stato comprovato a seguito di altri incidenti aereo che quando la coda del velivolo colpisce il suolo per prima il risultato sarebbe completamente opposto rispetto a quello appena spiegato. Questo è il caso del volo 214 di Asiana Airlines, schiantatosi nell’aeroporto di San Francisco: i passeggeri seduti nella parte posteriore hanno sofferto diverse lesioni agli arti, nonostante si siano risparmiati danni alla colonna vertebrale o al cranio.