Oggi è un altro giorno, palpeggiamenti in diretta TV shock | Cosa ha fatto Memo Remigi?

Palpeggiamenti shock in diretta su Rai 1: Oggi è un altro giorno protagonista dello scandalo. Il cantante Memo Remigi ha posato la mano in diretta sul lato B della giornalista Jessica Morlacchi.

Non si tratta del primo episodio di molestie in televisione: qual è stata la reazione della Morlacchi? Come hanno gestito la situazione i produttori del programma?

Palpeggiamenti shock: cosa è successo su Rai 1?

Oggi è un altro giorno, programma Rai 1 del primo pomeriggio, è stato teatro di eventi incredibili. Il cantante di “Innamorati a Milano“, l’83enne Memo Remigi, ha clamorosamente palpato il lato B della giornalista Jessica Morlacchi.

All’inizio della puntata di venerdì 21 ottobre la conduttrice Serena Bortone stava presentando gli ospiti e i temi della giornata, quando l’inquadratura si concentra su Jessica Morlacchi e Memo Remigi, per poi cambiare bruscamente e ritornare sulla Bortone.

Nonostante il tentativo della regia, ciò che è accaduto è chiaro. Memo Remigi ha prima posato la mano sul fianco della giornalista, per poi spostarla più in basso fino a toccare il lato B. La Morlacchi ha prontamente schiaffeggiato la mano del cantante in modo istintivo: Remigi è quindi ritornato a stringere il fianco della giornalista.

I telespettatori non si sono fatti sfuggire l’episodio: Striscia la Notizia ha segnalato la molestia del cantante sottolineando che si tratti di una cosa oltraggiosa. Il backstage della trasmissione si è animato: la Morlacchi ha espresso il disdegno per le azioni di Remigi ed ha ricevuto l’appoggio di tutti i colleghi. Memo Remigi è stato quindi sospeso dal programma Tv e ancora non si sa ritornerà in onda.

Un’altra molestia in televisione: perché continua ad accadere?

Il caso Morlacchi-Remigi non è stato certamente il primo episodio di molestie  in Tv di cui si è sentito parlare. Molti ricorderanno Greta Beccaglia, cronista palpeggiata fuori dallo stadio dopo la partita Empoli-Fiorentina nel novembre 2021. Proprio qualche giorno fa è iniziato il processo di Andrea Serrani, il ristoratore marchigiano accusato di violenza sessuale contro la Beccaglia.

L’episodio aveva causato sconcerto e indignazione: una donna giornalista, inserita in un mondo prettamente maschile come quello calcistico, non è al sicuro da molestie sessuali e trattamenti sessisti. La realtà è questa: spesso gli uomini compiono gesti come quelli qui discussi senza pensare che ci saranno delle conseguenze, ritenendo che sia un loro diritto approfittare di una donna.

Sicuramente il processo contro Serrani e la sospensione di Remigi costituiscono ora un precedente di abusi e molestie che non sono rimasti impuniti. La strada da fare per abbattere il sessismo è ancora lunga, specialmente in televisione. Il problema che pare quasi irrisolvibile è l’esistenza di canoni sessisti e maschilisti che discriminano la donna e la rendono preda facile di molestie: è necessaria una crescita sociale e un’educazione radicale improntata sul rispetto del prossimo.