Chi è stato Gerardo Bianco, emblema della DC? Quali incarichi ha avuto nella lunga carriera?

All’età di 91 anni a Roma è morto Gerardo Bianco, uomo simbolo della Democrazia Cristiana. Ormai non era più attivo in politica da alcuni anni, ma nella sua lunga carriera ha ricoperto un gran numero di cariche.

Quali cariche politiche ha ricoperto il grande Gerardo Bianco? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla vita e l’attività politica dello storico rappresentante della DC.

Chi è stato Gerardo Bianco?

Gerardo Bianco è nato a Guardia Lombardi, in provincia di Avellino nel 1931. Studiò all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e all’Università di Parma ottenendo una laurea in lettere. Iniziò poi ad insegnare storia della lingua latina e letteratura latina all’Università di Parma.

La carriera politica di Bianco cominciò proprio all’Università: prese parte alla Federazione universitaria cattolica.

Gerardo Bianco: la carriera politica

Nel 1968 Bianco divenne deputato parlamentare della Democrazia Cristiana, rimanendo tale fino al 1994; già dal 1979 era presidente del gruppo parlamentare. Bianco fu vicepresidente della Camera dal 1987 al 1990 e l’anno prese la carica di Ministro della Pubblica Istruzione.

In seguito alla frantumazione della Democrazia Cristiana nel 1994 Bianco aderì al Partito Popolare Italiano. L’anno successivo Bianco fu segretario del PPI, sostituendo Buttiglione, storico oppositore delle alleanze con il centro destra. Dal 1997 al 2000 ricoprì la carica di presidente del PPI.

Allo stesso tempo, nel 1995 e poi dal 1999 al 2000 fu direttore del quotidiano Il Popolo. Dal 1994 al 1999 Bianco fu invece Parlamentare Europeo. Nel 2004 fondò il Movimento dell’Europa, il quale aveva come obiettivo ridare organizzazione e autonomia ai cattolici democratici. Dal 2006 al 2008 fu nuovamente deputato, questa volta nella lista dell’Ulivo.

Il curriculum di Gerardo Bianco, così come presentato, è quasi senza precedenti. Indubbiamente è stata una personalità estremamente influente per la politica italiana oltre che per la cultura del Paese. Nonostante la Democrazia Cristiana non esista più come partito, Bianco rimane un politico storico di quel movimento, un icona della politica, oltre che un uomo onesto, degno di essere un emblema per il nostro Paese. Della vita privata di Bianco non si conosceva molto: non è dato sapere se quindi stia lasciando moglie o figli. Sicuramente Bianco sarà pianto e omaggiato dai politici italiani oltre che da molti cittadini.