La tragedia di Veronica Amistadi, 41enne trovata morta insieme al figlio | L’ipotesi suicidio e la ricostruzione dei fatti

Tragedia senza precedenti nel comune di Sella Giudicarie, in Trentino. Oggi è stata infatti ritrovata senza vita Veronica Amistadi, una donna di 41 anni, insieme al suo figlioletto di soli 4 anni, sotto un viadotto alto quasi 90 metri. La tragica caduta nel vuoto è avvenuta dopo che la donna ha abbandonato l’auto sul ponte. Il sindaco del comune ha descritto Veronica come una persona solare, che aveva raggiunto importanti traguardi nella sua carriera professionale.

La tragica scoperta sul ponte di Mostizzolo

Le indagini sullo spaventoso ritrovamento sono ancora in corso, ma purtroppo tutto sembra suggerire un gesto estremo. La zona del ponte di Mostizzolo, che sovrasta il torrente Noce, è nota tristemente per essere stata teatro di suicidi e altre tragedie. La dinamica del ritrovamento dei corpi ha immediatamente orientato gli inquirenti. Alcuni automobilisti di passaggio hanno lanciato l’allarme dopo aver notato l’auto di Veronica Amistadi abbandonata sul ponte, con la portiera aperta ma senza nessuno a bordo. Le operazioni di ricerca, condotte dai vigili del fuoco e dagli uomini del soccorso alpino, sono continuate per tutta la notte tra sabato e domenica, giungendo a una tragica scoperta solo all’alba.

Il commento del sindaco di Sella Giudicarie

Il sindaco di Sella Giudicarie, che conosceva bene la vittima e la sua famiglia, ha espresso la sua incredulità riguardo a questo gesto inspiegabile. Ha affermato che Veronica era una persona altruista, molto impegnata nel volontariato. “Non riesco a spiegarmi il suo gesto, la conoscevo bene. L’ho vista qui domenica scorsa con il suo bambino. Quando i carabinieri mi hanno comunicato il nome questa mattina, non avrei mai pensato che potesse essere lei, l’ho escluso completamente”, ha aggiunto il sindaco Franco Bazzoli, intervistato dalla Rai.

Il percorso professionale di Veronica e la possibile motivazione

Il primo cittadino ha sottolineato che Veronica Amistadi era una persona solare, che aveva ottenuto successo nella sua carriera professionale. Dopo essersi trasferita a Trento da tempo, aveva conseguito una laurea in Economia del Commercio Internazionale, completando anche un Master in Marketing e Logistica. Era diventata una professionista stimata, con diverse esperienze nel campo del marketing e della comunicazione, anche a livello internazionale. La sua famiglia è molto conosciuta in Trentino, dove gestisce una piccola azienda e si impegna nel sociale. Secondo le prime informazioni, la donna stava attraversando un periodo di crisi a seguito della fine della relazione con il padre del bambino.