Australian Open solo per i vaccinati, si va verso una defezione eccellente

È ormai ufficiale la decisione degli organizzatori dell’Australian Open – il primo dei quattro tornei annuali di tennis del Grande Slam, che si tiene ogni anno a Melbourne in Australia – di non ammettere alla competizione atleti non vaccinati. D’altronde è fatto divieto a tutte le persone di entrare in Australia se sprovviste di vaccinazione contro il Covid-19.

Questa decisione ovviamente riguarda tutti gli atleti, non verranno fatte eccezioni. Anche il numero uno nel ranking mondiale ATP, il serbo Novak Djokovic, si è espresso al riguardo: “Ancora non so se andrò a Melbourne. Non voglio rivelare se io sia o meno vaccinato. La gente si sta spingendo troppo in là prendendosi la libertà di chiedere e giudicare una persona, non voglio partecipare a questa guerra“.

È quindi attualmente in dubbio la partecipazione del campione al torneo. Djokovic afferma anche che ovviamente vorrebbe giocare all’Australian Open, e pertanto attende le decisioni finali sui protocolli.

L’atteso torneo si svolgerà durante la terza e la quarta settimana di gennaio, quindi nel frattempo l’atleta serbo pensa al Masters 1000 di Parigi, le Finals di Torino e la Coppa Davis. Questo è il suo programma fino alla fine della stagione.