Backstreet Boys, clamoroso ritorno in Italia: tutte le informazioni su data e luogo dell’evento

Hanno scelto di annunciarlo su tutti i social più importanti attraverso la pubblicazione di un breve teaser video e del calendario contenente tutte le date dei concerti.

I Backstreet Boys si preparano a tornare live con il tanto atteso ‘DNA World Tour’.

Saranno ben 79 gli appuntamenti previsti dalla storica boy band britannica degli anni ’90.

Il tour partirà l’8 aprile 2022 da Las Vegas per poi attraversare tutto il Nord America ed arrivare in Europa all’inizio dell’autunno 2022.

Nick Carter, Howie Dorough, Brian Littrell, AJ McLean e Kevin Richardson suoneranno anche nella nostra penisola, con un’unica e molto attesa data italiana prevista per sabato 22 ottobre 2022 alla Unipol Arena di Bologna.

La boy band più amata di sempre si prepara a tornare sui palchi italiani a tre anni di distanza (2019) dal grandissimo successo del concerto milanese al Mediolanum Forum di Assago.

I biglietti per partecipare alla data bolognese saranno disponibili in anteprima per gli utenti My Live Nation a partire dalle ore 10:00 di domani, giovedì 7 aprile, mentre la vendita generale aprirà alle ore 10:00 di venerdì 8 aprile su TicketOne, TicketMaster e presso tutti gli altri circuiti di vendita autorizzati online e sul territorio della Penisola.

Maggiori dettagli sulle date dei concerti

Nonostante sia ancora troppo presto per ipotizzare una scaletta del concerto, la stessa boy band ha rassicurato i fan di tutto il mondo sul fatto che potranno fare esperienza di uno show a dir poco epico.

Al grido di “Backstreet’s Back, Alright!”, Nick Carter, Howie Dorough, Brian Littrell, AJ McLean e Kevin Richardson presenteranno dal vivo gli inediti dell’ultimo album DNA (2019) insieme ad una ricca collezione di successi simbolo della band.

Il DNA World Tour 2022 non segna per i Backstreet Boys solo il tanto atteso ritorno alla dimensione live, dopo i due difficili anni di stop a causa della pandemia, ma che ha anche un significato più profondo.

Il gruppo ha infatti scelto di destinare una gran parte del ricavato della tournée internazionale a favore dei rifugiati ucraini, l’ente scelto per queste azioni di beneficienza è Unhcr, l’agenzia Onu impegnata giornalmente in missioni di protezione dei rifugiati.