Oggi, martedì 14 giugno, si potrà ammirare la “Superluna di fragola“. Si utilizza il termine Superluna quando il nostro satellite, durante la fase di luna piena, si trova nel punto più vicino alla Terra (perigeo).

Questa sera, la luna ci apparirà più grande e più luminosa, un evento da non perdere. Grazie al Virtual Telescope Project, sarà possibile seguire in diretta streaming il fenomeno sul loro sito dalle ore 21:15. Gianluca Masi, astrofisico e responsabile scientifico del Virtual Telescope Project, ha affermato che la prossima Superluna apparirà circa il 7% più grande ma che solo un occhio esperto potrà notare la differenza. L’astrofisico ha proseguito dicendo che si trattano di variazioni non molto eclatanti ma che aggiungono fascino all’evento.

La Luna piena in Italia sarà alle ore 13:52 mentre il perigeo sarà domani, mercoledì 15 giugno, alle 01:23 di notte.

Origine del nome

Il termine “Superluna” è stata usato per la prima volta dall’astrologo Richard Nolle, nel 1979. La comunità scientifica, tuttavia, non vede di buon occhio questo termine proprio perché coniato da un astrologo. Preferiscono usare le espressioni “perigeo – syzygy“. Come detto prima, il perigeo corrisponde al momento in cui la Luna si trova più vicino alla Terra mentre syzygy indica l’allineamento di 3 corpi celesti.

Utilizzando questa parola ci si riferisce sia alla Luna Nuova sia alla Luna piena, ma solo se si trova a poca distanza dalla Terra. L’unica differenza sta nella visibilità, infatti,  la Luna Nuova non è possibile ammirarla a meno che non si verifichi un’eclissi solare in corrispondenza della Superluna nuova (evento accaduto a marzo del 2016).

Il nome “Superluna di fragola“, invece, è stato assegnato da una tribù di nativi americani, gli Algonchini, in onore del periodo della raccolta delle fragole. In Europa è chiamata “Luna delle Rose“, in omaggio al periodo in cui sbocciano questi magnifici fiori.

Quest’anno in tutto si verificheranno quattro Superlune piene e tre Lune nuove. Uno spettacolo imperdibile da ammirare nel cielo notturno.