Stasera in onda su Rai 4, alle ore 21:20, l’horror statunitense del 2019 “The Prodigy – Il figlio del male”, diretto dal regista Nicholas Mccarthy.

La pellicola che vede come protagonisti tra gli attori Taylor Schilling, Jackson Robert Scott e Colm Feore dura 1 ora e 30 minuti.

Ora vediamo insieme la trama, il cast e altre curiosità sul film.

La trama di “The Prodigy – Il figlio del male”

La notte in cui Miles viene al mondo, il serial killer Ed Scarka viene ucciso dalla polizia. Con il passare del tempo, i genitori di Miles notano che il comportamento del figlio si fa sempre più inquietante.

Sarah, la madre, è preoccupata per il comportamento insolito del figlio Miles. È convinta che qualcosa di paranormale sia entrato improvvisamente nella vita del ragazzo per sconvolgerla completamente e mettere in pericolo lui e chi gli sta intorno.

Sarah è combattuta tra il proteggere e curare il bambino affinché non gli accada nulla di male, secondo il suo istinto materno, o indagare sulla natura di ciò che sta cercando di possederlo.

Il cast

  • Taylor Schilling in Sarah BlumeJackson Robert Scott in Miles Blume / Edward Scarka – David Kohlsmith in Miles (5 anni) – Paul Fauteux in Edward ScarkaColm Feore in Arthur JacobsonBrittany Allen in Margaret St. James; Peter Mooney in John BlumeOluniké Adeliyi in RebeccaElisa Moolecherry in ZoePaula Boudreau in Dr. Elaine StrasserMartin Roach in Dr. KaganAshley Back in HaileyTristan Vasquez in Dash.

Curiosità sul film

  • The Prodigy è stato distribuito negli Stati Uniti l’8 febbraio 2019 da Orion Pictures.
  • Il film ha incassato oltre 21 milioni di dollari e ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica, che ne ha lodato interpretazioni ed atmosfera, a discapito di storia e dialoghi.
  • Taylor Schilling, nel film nel ruolo di Sarah, è stata la protagonista di “Orange is the new black”.
  • Jackson Robert Scott, nel film Miles ha recitato anche in It”.
  • Il film era originariamente intitolato Discendenti.
  • McCarthy ha rivelato che una scena ha dovuto essere rielaborata dopo che si è scoperto che aveva fatto urlare un pubblico di prova così forte da fargli perdere il dialogo successivo.