Resort di lusso alle Maldive offre soggiorno all-inclusive gratuito: a quali condizioni?

Secondo una notizia riportata dal The Sun, un resort di lusso sta offrendo un soggiorno all-inclusive gratuitamente al posto di 30 mila sterline a notte.

La destinazione è situata in un’isola paradisiaca dove regnano spiagge di sabbia bianca, acqua cristallina incontaminata e paesaggi mozzafiato.

Un luogo fin troppo magnifico per essere offerto totalmente a gratis, allora dove sta “l’inganno”? In cambio richiedono al fortunato di gestire l’unica libreria del resort Soneva Fushi, da solo per un anno.

L’incantevole rifugio si trova sull’isola di Kunfunadhoo alle Maldive e offre un pacchetto allettante a coloro che amano i libri e il relax.

Le condizioni del resort

I titolari del resort sono alla ricerca di una persona avventurosa e creativo amante del romanzo per poter iniziare nel mese di ottobre.

La persona selezionata verrà pagata 620 sterline al mese, con la possibilità di un aumento se gestisce corsi di letteratura per la clientela super ricca.

Indossare calzature è severamente vietato sull’isola, quindi chi otterrà il pacchetto dovrà camminare costantemente a piedi nudi.

È necessario che la persona gestisca autonomamente la libreria, si presenti agli ospiti e gli offra raccomandazioni, oltre alla contabilità corrente e l’inventario.

Secondo il portavoce di The Ultimate Library, il quale gestisce la libreria di Soneva, il fortunato, in poche parole, farà tutto da solo.

È richiesto avere anche precedenti lavorativi nel campo dell’editoria o nelle librerie.

I benefici del soggiorno

Soneva Fushi è descritto come “un tesoro naturale immerso nella riserva della biosfera dell’atollo di Baa, patrimonio dell’UNESCO e una delle più grandi isole delle Maldive.

Chi riuscirà a ottenere il posto potrà vivere e mangiare gratuitamente in questo paradiso terrestre. Qui avrà a disposizione anche la propria palestra, spa, sport acquatici e spiaggia privata per il personale.

I soggiorni a Soneva di solito costano dalle 2 mila alle 30 mila sterline a notte, quindi poter vivere qui gratuitamente per un anno è una grande fortuna.

Il portavoce ha fatto sapere anche: “Le norme di vita dell’isola sono: niente scarpe, nessuna notizia. Questo incoraggia gli ospiti a riconnettersi con la terra”.

I clienti, infatti, vengono incoraggiati a disintossicarsi dai dispositivi digitali mentre i giornali sono disapprovati.

Georgie Polhill, 27enne di Londra, ha raccontato la sua esperienza come precedente libraia dell’isola dicendo di essere “tornata una persona diversa”.

Il suo soggiorno è durato 6 mesi e l’unica cosa più difficile che ha riportato è stata quella di abituarsi al ritmo lento della vita sull’isola.

“Se cercavi di batterti troppo e incoraggiare tutti per ottenere le cose fatte, gli avresti sicuramente fatto venire un infarto” ha detto la ragazza.