Oggi martedì 25 ottobre si vota la Fiducia in Parlamento per la neo eletta Premier Giorgia Meloni. Nella giornata odierna la Meloni ha tenuto il suo discorso di insediamento come Presidente del Consiglio; nella serata gli interventi di Conte e Letta e domani il risultato del voto di Fiducia.

Di grande impatto è stato il discorso della leader di Fratelli d’Italia, e ora anche del Consiglio dei Ministri: quali sono state le donne citate e perché?

Giorgia Meloni è la nuova Premier: il discorso d’insediamento

Oggi a Montecitorio Giorgia Meloni ha tenuto il suo primo discorso da Presidente del Consiglio dei Ministri. In primo luogo ha ringraziato il Presidente della Repubblica e il Premier uscente Mario Draghi.

Meloni ha poi affrontato alcuni temi salienti del suo programma nonché della sua campagna elettorale come flat tax, immigrazione, riforme pensionistiche, misure Covid e reddito di cittadinanza. In particolare si è espressa a favore della costituzione di una commissione d’inchiesta sul Covid per gestire con chiarezza la pandemia e il suo sviluppo.

Riguardo la questione migranti, sia Meloni che il ministro dell’Interno Piantedosi hanno dichiarato che l’obiettivo numero uno è la salvezza delle persone, e che verrà adottato un approccio umanitario.

La Premier ha affermato con sicurezza e trasparenza che non ha “mai provato simpatie per regimi, fascismo compreso“, nel tentativo di respingere le accuse di filo fascismo che sono state avanzate negli ultimi giorni, e che in generale la hanno sempre accompagnata.

Meloni cita donne che hanno fatto la storia in Italia: chi sono e perché le ha menzionate?

Nel discorso Meloni ha ritenuto giusto menzionare alcuni nomi di donne italiane che hanno lasciato un segno e che con il loro lavoro hanno contribuito a “rompere il tetto di cristallo“. Giorgia Meloni è la prima donna a guidare il Consiglio dei Ministri nella storia della Repubblica Italiana e si è sentita in dovere di menzionare altre donne che come lei sono state le “prime“, sostenendo che è solo grazie a loro e alla loro tenacia se è arrivata al risultato di oggi.

Tra le donne citate ci sono Rosalie Montmasson, una patriota che ha preso parte alla spedizione dei Mille; Grazia Deledda, scrittrice e unica donna italiana a vincere il premio Nobel per la Letteratura; Tina Anselmi, prima donna ministra in Italia; Nilde Iotti, prima donna presidente della Camera, Rita Levi Montalcini premio Nobel per la Medicina; Samantha Cristoforetti, astronauta; e Elisabetta Casellati, prima donna presidente del Senato.

Tutte queste donne, oltre alle altre menzionate nel discorso, hanno in comune con Giorgia Meloni la tenacia e il coraggio, il successo e il riconoscimento, oltre che i grandi traguardi sociali che vanno al di là delle idee politiche. La speranza degli italiani è che Giorgia Meloni porti l’Italia fuori dal momento di crisi che sta vivendo e che mantenga fede al suo programma elettorale.