Cosa sappiamo di Orion, la navicella che tornerà sulla Luna? | Tutto sulla missione Artemis

Artemis è la missione che porterà la navicella spaziale Orion sulla Luna dopo 50 anni. Alle 7.48 di oggi mercoledì 16 novembre Orion è partita verso il satellite. Alle 9.24 il secondo stadio del lancio è stato completato e la navicella viaggia ora nello spazio.

Quanto durerà la missione e quali sono gli obiettivi? Tutto sulla missione spaziale americana Artemis.

Artemis: di cosa si tratta?

Oggi mercoledì 16 novembre è stata lanciata dalla base spaziale americana di Cape Canaveral in Florida la navicella Orion. Inizia la nuova corsa alla conquista della Luna. 50 anni fa aveva luogo la missione Apollo, l’ultima che ha interessato il satellite. Charlie Blackwell-Thompson è stato l’ingegnere della NASA a dare il via al lancio della navicella.

La missione era stata posticipata già tre volte negli ultimi mesi a causa di condizioni non favorevoli al lancio, ad esempio un meteo incerto. Il razzo principale della sistema Sls è alto 98 metri e contiene circa 2 milioni e 800 mila litri di carburante, soprattutto idrogeno liquido.

Artemis 1 è una missione divisa in tre fasi il cui obiettivo è riportare l’uomo sulla Luna. La missione riprende il programma Apollo che fu interrotto nel 1972. L’anno prossimo avrà luogo la prima missione con equipaggio, mentre ora nella navicella ci sono dei manichini-tester. L’allunaggio è previsto per il 2025 e questa volta il primo passo sul satellite verrà fatto da una donna.

Il satellite Orion e la sua tecnologia

L’Italia è stato il paese che più ha aiutato, con i suoi ingegneri e la sua tecnologia, la NASA nella costruzione della navicella Orion. In aggiunta, alla missione con equipaggio che dovrebbe avvenire tra due anni potrebbero prendere parte gli astronauti italiani Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti.

Il viaggio di Orion durerà 26 giorni e supererà una distanza di 450 mila chilometri. Orion è il più grande razzo mai costruito a decollare da Cape Canaveral del 1973. Ogni lancio della navicella ha un costo di circa 4,3 miliardi di dollari: il programma Artemis è costato in tutto 95 miliardi. La capsula Orion di Boieng che decollerà tra due anni rifornirà l’equipaggio di elettricità, acqua e ossigeno.

Le aziende italiane Leonardo, Thales Alenia Space, assieme all’Aviotec, Criotec e Alfa Meccanica hanno avuto un ruolo determinante nella progettazione di Orion, specialmente per ciò che riguarda il modulo Esm di Airbus.

Il lancio della navicella spaziale è stato raccontato tramite una diretta live stream oltre che attraverso l’account Twitter dell’industria spaziale Americana. Nelle prossime ore arriveranno sicuramente altri aggiornamenti.