Donald Trump ha accolto nella sua villa di Mar-a-Lago Kanye West e il suo amico Nick Fuentes. Fuentes è un ragazzo di 24 anni pubblicamente razzista e antisemita, oltre che ammiratore del Duce.

L’incontro ha scatenato una polemica, soprattutto tra gli ebrei sostenitori del partito repubblicano. Trump ha poi cercato di difendersi, dichiarando di non conoscere Fuentes, e di avere come unica intenzione aiutare Kanye.

Chi è Nick Fuentes?

Attraverso un tweet, l’ex presidente Donald Trump ha fatto sapere di aver invitato Kanye West per un pranzo nella sua villa di Mar-a-Lago, e che questo si è presentato in compagnia di altre tre persone. Tra queste c’era il 24enne Nick Fuentes, negazionista dell’Olocausto.

Fuentes è un grande ammiratore di Mussolini e sul suo canale Youtube “America First” ha contestato il numero di vittime dell’Olocausto e si è riferito agli ebrei come “élite tribale ostile“. Nick ha poi dichiarato che la segregazione razziale era un buon sistema, auto esponendosi come suprematista bianco.

Nick si è sempre presentato, sia attraverso podcast che il suo canale Youtube, come un cattolico integralista, sostenitore dell’idea che l’uomo bianco è superiore, e ha sempre parlato apertamente del suo odio verso gli ebrei. Fuentes è sicuramente un personaggio pericoloso, con cui nemmeno Trump vuole avere nulla a che fare.

Il pranzo di Trump con Kanye e Nick Fuentes: è polemica

Kanye West aveva richiesto di incontrare Donald Trump per avere qualche consiglio di business. Il rapper infatti ha da poco perso due miliardi di dollari in società e accordi dopo aver fatto pubblicamente dichiarazioni antisemite. L’ex presidente ha quindi deciso di aiutare Kanye a risollevarsi, in quanto, come ha dichiarato Trump, quest’ultimo “è sempre stato buono” con lui.

Quando la notizia dell’incontro tra Trump e Fuentes si è diffusa, i leader della Republican Jewish Coalition si sono subito alterati. Trump era infatti molto apprezzato dalla coalizione, avendo anche ricevuto una standing ovation ad uno dei convegni del partito. L’incontro tra Trump, il rapper e l’antisemita ha però iniziato una polemica e Matt Brooks, direttore della Coalizione ha profondamente criticato Kanye e Nick Fuentes.

Si è poi espresso l’ex ambasciatore in Isreale David Friedman, invitando Trump ad allontanarsi da Kanye e Fuentes, definendoli “barboni”. Trump ha risposto alla polemica sostenendo che l’incontro con Kanye era un affare privato e che il rapper ha sempre espresso parole gentili nei suoi confronti; per quel che riguarda Fuentes, Trump ha insistito dicendo di non conoscerlo, e di non aver saputo nemmeno chi fosse.