Chi saranno gli eredi di Giorgio Armani? Ecco chi sono i tre nipoti del fondatore dell’impero della moda

Secondo le ultime indiscrezioni Giorgio Armani avrebbe convocato lo scorso 26 Settembre un’assemblea per “la modifica dello statuto della sua holding con efficacia diretta” e con il fine di introdurre “due categorie di azioni prive del diritto di voto”.

Vi sarebbe dunque la possibilità di apertura, a fianco di coloro che detengono il diritto di voto, a soggetti di “puro investimento” privi di potere decisionale e con azioni il cui valore non può essere superiore alla metà del capitale sociale.

I due tipi di investitori saranno introdotti nella futura “Giorgio Armani Spa“, la società del post Giorgio Armani e avrebbero gli stessi diritti patrimoniali, dividendi compresi.

Interpellata dai giornalisti, la società si esprime con un “no comment” e dunque lo statuto è destinato a rimanere segreto, almeno fin quando non si aprirà la successione.

D’altronde la successione del noto stilista è stata da sempre oggetto di grande interesse da parte dei mass-media italiani, soprattutto considerando il fatto che non ha eredi diretti. Confessò i suoi rimorsi in un’intervista a GQ America affermando che “avrebbe voluto avere dei figli”, per questo motivo ha dovuto mettere in atto una complicata azione finanziaria.

Il meccanismo posto in essere si basa sulla divisione e distinzione tra patrimonio personale e attività di business, il primo destinato alla famiglia, il secondo alla fondazione. Una decisione posta in essere per evitare di accollare un peso troppo grande alla famiglia, ricordiamo infatti che il colosso della moda chiude l’esercizio commerciale con un fatturato di più di 2,5 miliardi di euro, un utile netto di 271 milioni e una liquidità di 881 milioni.

Tramite la fondazione Armani ha escluso una qualsiasi operazione di cessione e ha così dichiarato: “L’esperienza dice che c’è una riduzione del rischio in generale, una buona autonomia del management, una gestione trasparente e professionale e, come spesso si vede, una richiesta di flussi costanti per il suo funzionamento. Penso, per esempio, all’idea di avere collezioni permanenti in Paesi del mondo. Molto dipende da come è definita da destinazione dei dividendi”.

Giorgio Armani: se non ha figli, chi saranno gli eredi?

Si sbaglia a pensare che Giorgio Armani non avendo figli, non abbia neanche eredi. Gli eredi esistono e sono tre: Silvana e Roberta, figlie di Sergio, suo fratello scomparso da qualche anno, e Andrea Camerana, figlio della sorella Rosanna e marito della cantante Alexia.

Attualmente i tre nipoti fanno parte del consiglio di amministrazione e tra loro Roberta è il volto più noto al pubblico italiano.

Nata nel 1970 a Milano, ha vissuto a New York per frequentare i corsi dell’Actor Studio della grande mela.

Sposata e poi divorziata con Angelo Moratti, dal 2009 è poi iniziata la storia con Vittorio Brumotti, inviato di Striscia la Notizia, terminata nel 2011.

Ad oggi starebbe con Giuseppe Vicino, napoletano, classe 1993 e vincitore olimpionico, ora atleta testimonial per la campagna EA7 Armani. 

Forte la stima che nutre verso lo zio: “Mi capita a volte di chiedermi se Giorgio Armani sia consapevole della sua grandezza. Forse no, e questo mi insegna a essere concreta, giorno per giorno”.