Marge Simpson su un sarcofago egizio? La somiglianza è sorprendente

Nella città di Minya, Egitto, è stato scoperto un sarcofago risalente a circa 3500 anni fa, contenente un intaglio di un personaggio che ricorda molto da vicino Marge Simpson.

La somiglianza tra la figura nel sarcofago e il personaggio creato da Matt Groening è sorprendente, ma gli esperti ritengono che si tratti della bara di Tadi Ist, figlia del sommo sacerdote di Djehouti. Questo ritrovamento offre nuove informazioni sulle antiche pratiche di sepoltura egiziane e sull’arte decorativa dei sarcofagi durante il Nuovo Regno egiziano.

Rinvenuto nel 2023 a Minya, la notizia curiosa, con tanto di foto allegate, era già stata diffusa qualche mese fa dal Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano ma è tornata virale nelle ultime ore. 

Il disegno di ciò che sembra essere un precursore perfetto di Marge Simpson è stato scoperto sul coperchio superiore di un sarcofago, insieme alla mummia, agli amuleti e agli ornamenti. La raffigurazione mostra una donna con la pelle giallognola che indossa un abito verde chiaro e ha una massa di capelli a forma di cilindro blu. La figura è circondata da dodici sacerdotesse, ognuna rappresentante le 12 ore del giorno. La tomba apparteneva a Tadi Ist, figlia del sommo sacerdote di Djehouti ad Ashmunein. La mummia era accompagnata da una maschera e un vestito di perline posati sopra il corpo.

Il sarcofago con il disegno è stato trovato in un antico cimitero che ospitava i resti di funzionari di alto rango e sacerdoti del Nuovo Regno, vissuti tra il 1550 a.C. e il 1069 a.C. Accanto a Tadi Ist è stato rinvenuto un altro sarcofago in legno, databile alla fine della XX dinastia, che si ritiene appartenesse a Nany, una intrattenitrice del sommo sacerdote Djehouti. In aggiunta, è stato scoperto un papiro contenente il Libro dei Morti, una raccolta di incantesimi magici utilizzati dagli antichi egizi per agevolare il passaggio nell’aldilà.