Scoperta una nuova specie di calamaro degli abissi: “Un avvistamento straordinario”

Il calamaro delle profondità marine ha affascinato i ricercatori per la prima volta nel 2015, quando è stato osservato mentre cullava uova giganti, un comportamento mai visto prima.

Il filmato straordinario è stato girato nel Golfo della California e inizialmente i calamari ripresi erano ritenuti appartenenti alla famiglia dei Gonatidi.

Tuttavia, quasi un decennio dopo, i ricercatori ritengono che si tratti di una specie sconosciuta, identificata grazie a una serie di indizi presenti nel filmato.

I calamari di acque profonde sono fondamentali nelle reti alimentari oceaniche, fungendo da predatori chiave che divorano pesci e invertebrati, come i vermi, a mezz’acqua. A loro volta, vengono predati da creature molto più grandi, tra cui grandi pesci, squali, balene, delfini, foche e uccelli marini.

Queste creature a dieci arti, nonostante la loro enorme importanza ecologica ed economica, restano ancora un enigma per i ricercatori.

Inizialmente, gli esperti credevano che questa creatura non fosse un tipico calamaro di acque profonde. I sospetti sono stati confermati quando si è osservato che i precedenti avvistamenti di calamari Gonatus riportavano uova grandi la metà di quelle viste nel filmato, con un diametro di soli 0,25 pollici. Inoltre, la presenza di meno di 40 uova ha ulteriormente sconcertato i ricercatori.

In confronto, i normali calamari Gonatus trasportano molte più uova, con alcuni esemplari che ne covano fino a 3.000 alla volta. Inoltre, è raro osservare calamari vivi in un ambiente così freddo e buio.

La semplice profondità a cui è stato catturato il calamaro marino ha fornito indicazioni chiave sul fatto che non si trattasse di una specie conosciuta. Gli esperti sottolineano che è estremamente raro vedere un calamaro di acque profonde proteggere le uova dopo la deposizione, poiché questo processo può portare alla morte delle madri a causa della schiusa delle uova.

Steven Haddock, scienziato senior e leader della spedizione presso il Monterey Bay Aquarium Research Institute, ha affermato: “Il nostro inaspettato incontro con un calamaro che cova uova giganti ha catturato l’attenzione di tutti nella sala di controllo della nave.”

“Questo straordinario avvistamento sottolinea la varietà dei modi in cui gli animali si adattano alle uniche sfide della vita negli abissi.”