“Sono stanca, non ho più niente da perdere”: 45enne si sfoga su Facebook ed uccide il compagno

Succede a Trapani. Una donna ha ucciso il suo compagno e convivente – Cristian Coraci, 45 anni – a coltellate dopo averlo annunciato con un post su Facebook. L’omicidio è avvenuto nella notte di sabato 30 ottobre, e la donna, Vanda Grignani, ha confessato il delitto avvenuto nella loro abitazione. È stata arrestata dai Carabinieri di Trapani, e adesso si trova rinchiusa al “Pagliarelli” di Palermo.

La vittima, con precedenti penali per droga e omicidio colposo, aveva l’obbligo di rientrare in casa alle 23. Nella notte di sabato sarebbe rientrato in ritardo: da questo sarebbe nata una violenta lite con la donna che, impugnando un coltello, lo ha colpito al petto, uccidendolo sul colpo.
A sconvolgere tutti, sono stati i post pubblicati dalla donna sul suo profilo Facebook. Uno recitava: “Scusate vi voglio bene a tutti. Mi manca la mia famiglia, sono sola. Questo essere mi ha portato all’esasperazione. La Polizia e i Carabinieri di Trapani sembra che vadano d’accordo con lui. Stasera farò qualcosa che non avrei mai pensato di fare. Vi amo. Perdonatemi.
Questi messaggi agghiaccianti, non sono stati presi sul serio dagli amici che li hanno letti e commentati sulla pagina Facebook della donna. Molti le suggerivano di non farsi fregare dalla rabbia, di riflettere bene e mantenere la calma.
Nessuno ha creduto che la donna potesse passare dalle parole ai fatti. Tra i commenti si legge: “Vanda cerca di stare calma, tutto passa stai tranquilla, è solo un brutto momento, passerà. Dio e la Madonna ti aiuteranno vedrai, devi fare morire chi ti fa star così male e fregartene“.