C’era una volta… a Montecarlo: trama, cast, curiosità e location del film romantico del 2020

Stasera da non perdere, in prima tv, su Rai 1 il film romantico “C’era una volta… a Montecarlo” diretto dal regista Frédéric Forestier.

L’anno di uscita è il 2020, il Paese di produzione è la Francia e la durata è di 1 ora e 30 minuti. Il titolo originale è “Il était une fois à Monaco”.

Ora scopriamo insieme di che cosa parla il film, il cast, le location e altre curiosità.

La trama di “C’era una volta… a Montecarlo”

Mehdi è un ragazzo 30enne di origini marocchine che vive nella periferia di Parigi. La sua passione è il poker online e giocando un giorno riesce a vincere una bella somma ma non ancora sufficiente per diventare ricco.

Decide di sfruttare l’occasione per investire i soldi ottenuti e cercare di vincerne ancora di più. Il suo obiettivo è quello di averne abbastanza da comprare una casa nuova alla madre. E dove tentare se non al Casinò?

Il ragazzo parte per Montecarlo fingendosi un ricco principe marocchino. Secondo lui, in questo modo potrà sfoggiare le sue capacità acquisite online e giocare a poker nel tavolo dei più ricchi. Solo così potrà cambiare totalmente la sua vita.

Arrivato in hotel incontra la giovane e affascinante Elena, la receptionist dalla quale rimarrà incantato. Ben presto la ragazza sembra scettica su chi dice di essere.

Tra i due la scintilla c’è, ma cosa ne penserà la ragazza su chi è veramente? Lo vedremo questa sera.

Il cast

Tra gli attori del film troviamo Rayane Bensetti, Anne Serra, Antoine Duléry, Chantal Ladesou, Valérie Dashwood, Gladys Cohen, Colin Bates e Colette Kraffe.

Curiosità sul film

  • Le riprese sono state girate a Montecarlo, nel principato di Monaco e in zone limitrofe
  • Frédéric Forestier è stato anche il regista di “Asterix alle Olimpiadi” (2008)
  • Rayane Bensetti (Medhi) è noto in Francia per aver vinto la quinta edizione della versione francese di “Ballando con le stelle”.
  • Il protagonista non è in realtà un giocatore di poker, ma ha dovuto imparare e lo ha definito interessante perché hanno partecipato alle riprese veri campioni del poker.