Arrestata per twerk in pubblico: l’incredibile vicenda di una ballerina russa

Una ballerina russa ha rivelato di aver passato tre giorni in una cella di detenzione infestata da insetti per aver twerkato in pubblico.

Yana “Cat” Sloeva, 21 anni, ha ottenuto il sostegno popolare per quello che viene considerato un uso eccessivo della legge da parte delle forze di polizia russe.

I video la mostrano mentre si esibisce al Centro Eltsin, intitolato all’ex presidente Boris Eltsin, nella sua città natale, Ekaterinburg, con il messaggio “So What” (E allora?) impresso sulle natiche.

Non si trovava nelle vicinanze di una chiesa o di ad altri luogi di culto che in Russia sono soggetti a severi controlli legali, ma la polizia di Ekaterinburg l’ha trattenuta sulla scena del “crimine” e successivamente é stata condannata a tre giorni di carcere.

Le dichiarazioni di Yana

Yana ha dichiarato: “È stato un po’ insolito ma tutti mi hanno applaudito e sostenuto. È come i musicisti di strada o i ballerini di strada. Tutte le mie parti intime erano coperte. Non sono una prostituta, è solo un ballo.
Sono una persona molto modesta nella vita: è meglio liberarsi in questo modo che in un altro, ad esempio assumendo droghe. I miei genitori, i miei amici e gli altri mi sostengono… Il mio culo non ha mai fatto male a nessuno”.

Yana, che è stata trattenuta in un centro di detenzione temporanea presso l’ufficio del Ministero degli Interni della città, ha aggiunto: “Ero in una cella, con quattro mura, sotto sorveglianza video, senza telefono, senza contatti con la civiltà. Solo quattro pareti e insetti che strisciano dappertutto. Non voglio che nessuno si trovi in un posto del genere, è spaventoso”.

Le dichiarazioni della polizia

Nel frattempo, il capo della polizia, Valery Gorelykh, ha dichiarato che è stata una decisione del tribunale a togliere la ballerina di strada dalla vista del pubblico e a rinchiuderla, senza spiegare come o quando è stata presa questa decisione.

La ragazza è stata punita per un piccolo atto di teppismo. Si è resa conto di aver superato il limite della decenza e si è pentita di ciò che aveva fatto. Forse impedirà ad altri sinceri amanti della danza di fare cose simili. Le persone intelligenti dovrebbero imparare dagli errori degli altri“, il monito del capo della polizia, il quale ha aggiunto che non tollera che chi balla mostri le proprie parti intime. Nonostante Yana, come da lei dichiarato, non ha mostrato le proprie intime.

L’opinione pubblica

Yana ha ottenuto l’appoggio dell’ex candidata alle presidenziali e schietta avversaria di Putin, Ksenia Sobchak.

Sobchak ha accusato le autorità di “essere impazzite” e molti altri hanno criticato le azioni della polizia, ritenute troppo rigide.

Ma alcuni cittadini conservatori si sono riversati sui social media per esprimere il loro sostegno alla decisione delle autorità.