Il Colosseo romano, il monumento più famoso d’Italia, vale 77 miliardi di euro.

Le cifre provengono dalla società di consulenza Deloitte, che ha realizzato uno studio per dare una valutazione al Colosseo tenendo conto di altri fattori come il mercato immobiliare nelle vicinanze del monumento e il valore d’uso indiretto del Colosseo, calcolato con il metodo del prezzo edonistico}.

Marco Vulpiani, Deputy Leader di Deloitte, ha riferito di aver “analizzato e quantificato varie configurazioni di valore” per calcolare quanto “vale un luogo iconico, storico e culturale”.

Vulpiani ha aggiunto: “Non è solo il simbolo più famoso di Roma e il monumento più visitato del nostro Paese, ma un’ icona di interesse mondiale. Solo nel 2019 è stato visitato da oltre 7 milioni di persone provenienti da tutto il mondo. Il suo valore non è solo economico, ma soprattutto sociale”.

Il valore iconico del Colosseo romano

Gli esperti hanno anche valutato il suo contributo all’economia italiana attraverso lo sfruttamento e l’indotto turistico; il suo valore d’uso indiretto, ovvero il valore “edonistico” rappresentato dal piacere della sola vicinanza e visione di un’opera iconica unica e magnifica e il valore sociale del Colosseo, inteso principalmente come il valore rappresentato dalla sua esistenza per la società.

Vulpiani ha dichiarato in un comunicato: “Per un bene iconico come il Colosseo, è necessario fare riferimento a una dimensione di valore che comprende sia il valore materiale che quello immateriale, che in questo caso può essere maggiore del valore legato ai benefici economici che può produrre. È necessario prendere in considerazione anche i benefici al di fuori dell’economia di mercato“,

Il Colosseo “come attrazione turistico-culturale” e come contributo all’economia nazionale contribuisce al PIL italiano per 1,4 miliardi di euro all’anno, una cifra significativa.

La valutazione del Colosseo romano ha preso in considerazione un sondaggio tra i cittadini italiani e romani sulla loro disponibilità a contribuire con una somma per la sua manutenzione.
Ogni romano ha accettato di pagare una media di 88 euro, mentre il resto degli italiani ha pagato circa 57 euro, anche se non fa uso diretto del monumento o non ne trae alcun beneficio diretto.

«Attraverso il metodo del Contingent Valuation Method, che si basa sulla Willingness To Pay rilevata dalla survey condotta, è stato stimato un valore di esistenza pari a 75,7 miliardi di Euro che sommato al valore connesso ai ricavi da esso generati (il c.d. valore economico di transazione) di 1,1 miliardi, conduce ad un valore complessivo del Colosseo come Asset Sociale pari a 76,8 miliardi di Euro», ha concluso Marco Vulpiani.