Secondo una notizia del The Mirror, tre atleti dello Sri Lanka sono scomparsi misteriosamente dai Giochi del Commonwealth in Birmingham.

Tra di loro, un lottatore, una stella del judo e un allenatore di judo, le cui tracce sono scomparse lunedì. I tre avevano lasciato precedentemente i loro passaporti quindi non sono in grado di lasciare il Regno Unito.

Alcuni pensano che la loro scomparsa sia stata intenzionale, tuttavia, solo le indagini potranno confermarlo.

Cosa è successo

La squadra dello Sri Lanka è formata da 161 atleti e staff di allenatori a cui sono stati concessi dei visti per una durata di 180 giorni per via dei Giochi.

Recentemente, nel loro Paese, è stato annunciato lo stato di emergenza. Lo Sri Lanka, infatti, si trova in una delle peggiori crisi economiche di sempre, la peggiore da oltre 70 anni. Riguarda principalmente l’esaurimento di cibo, medicine e carburante. Tutto ciò nel mezzo di proteste in tutta la nazione.

Si teme che questa sia la causa della loro scomparsa, nel tentativo di non tornare più in patria. Il portavoce del loro team, Gobinath Sivarajah ha riferito: “Abbiamo chiesto a tutti gli atleti e funzionari di presentare i loro passaporti ai nostri rispettivi funzionari di sede in tutti i villaggi dopo l’incidente”.

Ha anche sottolineato: “La polizia sta indagando e i tre non possono attraversare i confini del Regno Unito. Ciò che è successo è davvero sfortunato”.

Finora la squadra dello Sri Lanka ha vinto tre medaglie ai Giochi di quest’anno. Palitha Bandara ha vinto un argento nel lancio del disco maschile F44/64, Dilanka Isuru Kumara e Yupun Abeykoon hanno vinto rispettivamente il bronzo nel sollevamento pesi maschile da 55 kg e i 100 metri maschile.

Non si tratta della prima volta che gli atleti scompaiano nel nulla durante i Giochi, e sicuramente è possibile che la tragica situazione nel loro Paese abbia incentivato il gesto.