Damien Hirst decide di dare alle fiamme a opere per il valore di 10 milioni di sterline. Le opere rimarranno in versione digitale – NFT ma quelle materiali sono ormai cenere.

L’artista britannico ha appiccato il fuoco alla Newport Street Gallery distruggendo migliaia di NFT e milioni di dollari: questo è il progetto The Currency.

Chi è Damien Hirst e cos’è il progetto The Currency?

Damien Hirst è un artista contemporaneo inglese, famoso per aver creato alcuni tra i progetti più strambi e particolari del panorama artistico britannico.

Il suo ultimo progetto, The Currency, consiste nel collezionare 10 mila NFT dal valore di 10 milioni di sterline per poi dare fuoco alle opere materiali. Hirst afferma che il suo intento non è quello di distruggere, ma di trasformare.

I collezionisti delle NFT in questione hanno avuto la possibilità di scegliere se tenere l’opera reale o quella virtuale: poco più della metà delle persone ha scelto la prima opzione.

Le opere non reclamate invece verranno distrutte quotidianamente per tutto il mese. L’idea di Hirst è che l’opera materiale non scomparirà ma continuerà ad esistere in un ambiente virtuale. Qui entra il gioco il dibattito attuale sugli NFT, ovvero certificati di proprietà digitale che rendono l’arte una merce di scambio e di guadagno nel mondo delle criptovalute. La preoccupazione è che l’estrema digitalizzazione delle opere renda l’arte un concetto non più orientato al piacere personale e alla cultura, ma più all’artificiale e al guadagno.

Il progetto The Currency rimanda alla monetizzazione dell’arte ormai comune al giorno d’oggi, e da cui Hirst non è esente, accusato spesso infatti di completare operazioni solo a fini commerciali e certamente non artistici. Le opere ora distrutte daranno all’NFT un valore maggiore.

Le opere fisiche in questione sono generalmente di carattere astratto, hanno la particolarità di non ripetere mai i colori utilizzati, e di contenere un ologramma con il ritratto dell’artista. Hirst ha sempre avuto una particolare passione per il mondo virtuale, per tanto gli NFT e il progetto The Currency non sono altro che la naturale progressione del suo viaggio nel digitale.