Alessandro Giuli potrebbe essere il nuovo presidente della fondazione MAXXI di Roma, oltre che del museo omonimo. Un altro fedelissimo di Giorgia Meloni, dopo Sangiuliano, potrebbe ricoprire una carica importante al Ministero della Cultura.

Chi è Alessandro Giuli e quali potrebbero essere le sue mansioni come presidente del MAXXI? Ecco curiosità e biografia.

Chi è Alessandro Giuli?

Alessandro Giuli è nato a Roma nel 1975, ha frequentato il liceo classico e poi la Facoltà di Filosofia. Dopo la laurea si è dedicato al giornalismo, iniziando da testate locali e facendo poi carriera con il Foglio, diretto da Giuliano Ferrara. Nel 2008 viene nominato vicedirettore, e nel 2017 direttore.

Oltre ad essere un talentuoso giornalista, Giuli è anche autore di diversi libri tra cui Il passo delle oche, L’identità irrisolta dei postfascisti e Sovranismo per esordienti. Giuli ha poi condotto un programma su Rai 2 intitolato Seconda Linea, purtroppo interrotto dopo sole due puntata a causa di bassi ascolti.

Alessandro Giuli nuovo presidente del MAXXI?

Alessandro Giuli, proprio come il nuovo Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, sostiene la premier Giorgia Meloni, per tanto il suo ingresso nelle dinamiche del governo sembra più che legittimo.

Alla trasmissione Otto e mezzo di Lilli Gruber il giornalista non ha risposta a domande riguardo la sua possibile nomina. Vittorio Sgarbi ha dichiarato al Gala Dinner di fund raising del museo che la nuova presidenza “dovrà lavorare in continuità con quanto fatto fino ad oggi“.

MAXXI è un istituzione nata per volontà del Ministero della Cultura, il quale gestisce il museo omonimo. L’attuale presidente è Giovanna Melandri, la quale ha guidato la fondazione per dieci anni e il cui mandato scadrà il prossimo 31 gennaio.

Prima di essere nella lista dei papabili presidenti del MAXXI si ipotizzava che avrebbe ricoperto il ruolo di portavoce di Giorgia Meloni a Palazzo Chigi. Tuttavia, Meloni ha reputato che la carica di presidente del MAXXI fosse più appropriata per il giornalista di Libero.

Resta da vedere quando la nomina diventerà ufficiale, ma Giuli sembra essere per ora l’unico candidato per la carica. Visto il curriculum del giornalista e la sua vicinanza con il governo Meloni, non sembrano esserci rivali.