Sembrerà assurdo: di cosa si tratta? Una startup con sede in Lussemburgo ha ideato un’app digitale sperimentale, in grado di rilevare tracce del virus Covid-19 in una persona, con un semplice colpo di tosse, ottenendo il responso dopo soli due minuti.

Si chiamerà VoiceMed One, e rappresenterebbe l’alternativa futura al tampone rapido, visto che avrebbe una precisione del 73,5%.  Ciò che la renderebbe un degno sostituto, è la sua minore invasività e il fatto che sia più economica. Infatti, il costo medio di un test VoiceMed per il Covid-19 è di circa 1 euro. Questo permetterebbe di risparmiare milioni di euro a moltissime strutture pubbliche e private specializzate nella somministrazione di tamponi.

La startup si occupa proprio di di identificare da remoto le malattie respiratorie nel loro stadio iniziale tramite l’analisi della voce. E questa nuova metodologia ha già vinto diversi riconoscimenti.

Molti penseranno che la nuova applicazione potrebbe essere difficile da utilizzare, soprattutto per i meno esperti. In realtà il suo funzionamento è molto semplice: tramite una web app intuitiva e accessibile da telefono o computer, si registra un colpo di tosse e in poco meno di 2 minuti è possibile sapere se si è positivi o negativi al Covid-19.

In alcune realtà – Asl di Torino e National Laboratoire Santé del Lussemburgo – l’app viene già utilizzata per la sperimentazione clinica.

Arianna Arienzo, Ceo di VoiceMed, ha spiegato: “La nostra tecnologia vuole essere un metodo scalabile e rapido per gestire epidemie localizzate e garantire che le comunità di tutto il mondo siano protette e sicure, con il minimo sforzo e a costi ridotti“.

Stando così le cose, questa nuova tecnologia rappresenterebbe una vera e propria svolta.