L’hashtag #IoSonoNoVax è in tendenza su Twitter, ma il trend si rivela pieno di commenti contro i NoVax.

Con l’incombenza delle nuove restrizioni, regioni che tornano “colorate”, variante Omicron e richiamo per la terza dose di vaccino alle porte, i No Vax tornano a farsi sentire.

Lanciano l’hashtag su Twitter, nella speranza di “risvegliare le coscienze” nei confronti di quella che viene presentata come una dittatura sanitaria.

Alcuni Tweet, tra i più significativi, recitano: “#iosononovax perché se una cosa me la devi imporre col ricatto, sicuramente non è per il mio bene”.

O ancora: “#iosononovax perché rischiare reazioni avverse anche gravissime, tra cui la morte, per un vaccino che non protegge nemmeno dalla malattia non è una cosa intelligente“.

Dulcis in fundo: “#iosononovax perché voglio avere il diritto di dire di NO. Anche allo zibibbo. Anche all’acqua fresca. A qualsiasi cosa che mi viene somministrata contro la mia volontà con il ricatto e la coercizi0ne”.

Hashtag NoVax: una questione di Karma

In realtà, facendo una rapida ricerca su Twitter, emerge qualcosa di inaspettato: l’hashtag #IoSonoNoVax compare in moltissimi Tweet Pro Vax.

E di certo gli autori dei commenti non si sono guardati dall’aggiungere un tocco (a voler usare un eufemismo) di pungente ironia.

Tralasciando quelli più aggressivi e, per certi versi volgari, che eviteremo di riportare, ci sono dei commenti che, per il divertente sarcasmo con cui sono scritti, meritano una menzione speciale.

Abbiamo dunque: “#IoSonoNoVax perché ho visto un video su YouTube, di un medico laureato su YouPorn, che spiegava con dati scientifici presi su Instagram, che il virus non esiste, che la Terra è piatta e il vaccino è stato creato da Elvis che è vivo e si è dedicato alla scienza insieme a Jim Morrison“.

E per concludere: “#IoSonoNoVax perché se mi viene l’orzaiolo non prendo un antibiotico, ma guardo nella bottiglia dell’olio extra-vergine d’oliva fino alla completa guarigione. La gente come noi non molla mai”.