Oltre due metri di altezza e la vagina più larga del mondo: l’incredibile storia della performer Anna Swan

La vita della donna alta due metri e mezzo con la vagina più grande del mondo: raccontiamo la sua drammatica storia, da “fenomeno da baraccone” alla tragedia dei figli.

Anna Swan Haining Bates, artista circense, non solo è cresciuta fino a raggiungere 2 metri e 27 di altezza, ma ha anche la vagina più grande mai registrata al mondo. Scopriamo qualcosa in più sulla sua vita.

L’infanzia e l’adolescenza di Anna Swan Haining Bates

Anna Haining Bates nacque a Mill Brook, New Annan, (ora Tatamagouche), Contea di Colchester, Nuova Scozia.

Alla nascita pesava 8 kg, ma nella sua famiglia non c’erano precedenti di gigantismo. Era la terza di tredici fratelli, ma tutti gli altri erano tutti di altezza normale.

Fin dalla nascita la sua crescita fu incredibilmente rapida e all’età di quattro anni era già 1,37 m, mentre all’età di sei anni 1,57 m, solo 5 cm in meno rispetto alla madre.

Al suo decimo compleanno era già alta 1,85 m mentre ai 15 anni raggiunse 2,13 m, per arrivare due anni dopo a misurare 2,20 m. Si stima che la sua altezza massima fosse di 2,27 m.

All’età di sei anni iniziò la scuola, dove le costruirono un banco su misura. Era una bambina intelligente, che eccelleva nella musica e nella letteratura.

Il mondo dello spettacolo

Nel 1862 Anna e si recò con i genitori a New York per un provino per essere parte di un “frak show” con con l’imprenditore Barnum, il quale offrì alla famiglia circa 23 dollari a settimana, vestiti, un buon alloggio ed un insegnante privato affinché la giovane continuare gli studi.

Inizialmente Anna appariva solamente, ma quando Barnum vide i suoi progressi nel canto, nel pianoforte e nella recitazione, la fece salire sul palco principale e la pubblicizzò come la donna più alta del mondo.

Nel 1863 Barnum la portò in tournée in Inghilterra dove fu ricevuta dalla regina Vittoria, che ne rimase colpita non solo dall’incredibile altezza, ma anche dalla sua intelligenza e dalla sua buona educazione.

La vita amorosa

Nel 1871, terminato il contratto con Barnum, Anna decise di intraprendere una tournée in Europa. Un altro dei “freak” che accettarono di andare in tour fu Martin Van Buren Bates, il Gigante del Kentucky. Fu stato amore a prima vista.

Quando attraccarono a Liverpool, qualche settimana dopo, annunciarono il loro fidanzamento. Anche Martin aveva manifestato gigantismo da bambino, raggiungendo un’altezza di 2,20 m da adulto, quando grazie alla sua enorme stazza combatté e sopravvisse alla Guerra Civile statunitense.

Anna fece nuovamente visita alla regina Vittoria, la quale ricevette lei e il suo fidanzato, regalò lei un abito da sposa e lui un orologio da tasca in oro, entrambi realizzati su misura. Il 17 giugno 1871 una folla circondò la chiesa di Trafalgar Square per assistere al “matrimonio più alto” della storia.

I figli

Il 19 maggio 1872 Anna diede alla luce una figlia di 8,02 chili e 67,5 cm. Fu assistita dai dei prestigiosi ginecologi dell’epoca, che però non riuscirono ad impedirne la morte precoce.

La Swan, nel 1879, partorì una seconda bambina che pesava ben 11 kg e misurava 71 cm, ma morì solo 11 ore dopo la nascita.

Gli esperti analizzarono le misure della bambina, il cui cranio avrebbe avuto una circonferenza di circa 48 centimetri, e conclusero che la vagina di Anna fosse stata la più grande vagina mai registrata nella storia.

La morte

Anna Bates morì il 5 agosto 1888, un giorno prima del suo 42° compleanno, a causa di un’insufficienza cardiaca

Il funerale di Anna fu rimandato di qualche giorno per le difficoltà nel reperire una bara su misura. Anna fu sepolta lunedì 13 agosto 1888.

Anna, suo marito Martin e suo figlio sono sepolti nel Mount Hill Cemetery di Seville nell’Ohio, dove è presente una statua a grandezza naturale di Anna Swan Haining Bates.