Cosa sappiamo di ChatGPT, l’intelligenza artificiale che conta già più di 5 milioni di iscritti?

ChatGPT è un programma di intelligenza artificiale sviluppata dall’organizzazione OpenAI e lanciata sul mercato lo scorso 30 novembre. Dopo aver ottenuto 1 milione di iscritti in soli 5 giorni, ad oggi conta ne conta già 5 milioni.

ChatGPT può simulare conversazioni umane e consente agli utenti di interagire con siti web e dispositivi digitali. Vediamo nel dettaglio cos’è e come funziona il programma finanziato da Elon Musk.

Cos’è ChatGPT e come funziona?

OpenAI, dopo aver lanciato Dall-E, ha sviluppato il programma di intelligenza artificiale ChatGPT che è in grado di capire un discorso e intrattenere conversazioni molto complicate. OpenAI fu fondata da Elon Musk nel 2015 assieme ad un gruppo di investitori della Silicon Valley. L’idea di Elon Musk era quella di poter ottenere un software in grado di portare benefici all’umanità. Nonostante fosse nel team dei creatori di ChatGPT e di OpenAI, Elon Musk ha preso nettamente le distanze dall’azienda.

Ottenere ChatGPT non comporta alcun costo, ma è sufficiente creare un account sul sito OpenAI. Il programma si basa si una tecnologia chiamata GPT-3.5, ovvero un’intelligenza artificiale con una memoria spettacolare per quel riguarda ogni tipo di documento. ChatGPT è estremamente conversazionale e risponde con estrema naturalezza in maniera molto elaborata. Oltre a ciò, il programma si corregge in caso di errore, riesce a dare spiegazioni dettagliate e riesce ad evitare fraintendimenti.

Il futuro di ChatGPT

Data la popolarità del software e la sua ottima prestazione, in molti credono che sarà in grado di soppiantare Google come motore di ricerca. Allo stesso tempo, tanti ritengono che l’intelligenza artificiale sarà in grado di sostituire lavori umani come i call center o l’assistenza al cliente.

Anche chi svolge mansioni artistiche potrebbe essere sostituito da ChatGPT in quanto il programma può scrivere testi grammaticalmente corretti e convincenti a partire da pochissime informazioni. Nonostante ciò, è ancora troppo presto per essere sicuri di questo pericolo, perché l’intelligenza artificiale commette ancora troppi errori ed è aggiornata al 2021.

ChatGPT può essere manipolato

ChatGPT non è in grado di comportarsi come un criminale e, per esempio, dare consigli su come commettere un reato. Tuttavia, nonostante il programma abbia filtri di sicurezza ed etici, può comunque essere manipolata da criminali. Questo problema è stato dimostrato da Swascan, una società di cyber security milanese.

Swascan avrebbe individuato una formula in grado di chiedere a ChatGPT di sdoppiare la propria personalità per fare poi domande all’alter ego senza filtri etici. In questo modo ChatGPT può spiegare come rapinare una banca o commettere altri tipi di reati.